Difenderelavita: Minacce alla vita

Cerca in questo argomento:   
[ Vai in Home | Seleziona un nuovo argomento ]

Ombre (Avvenire - èVita, 17 aprile 2008)
Ru486, sono gli studi scientifici a condannarla

Ilaria Nava

E’ di questi giorni la pubblicazione di un lavoro scientifico sulla Ru486 che fornisce al dibattito in corso nel nostro Paese un prezioso contributo. Si tratta di dati spesso taciuti dai media, che sembrano pubblicizzare la Ru come un prodotto sicuro ed efficace e probabilmente ripeteranno il leitmotiv nei prossimi giorni, in occasione dell’imminente visita in Italia di Etienne-Emile Baulieu, cui si deve la temeraria invenzione.

L’articolo compare sul nuovo numero dell’Italian Journal of Gynaecology & Obstetrics, pubblicazione ufficiale della Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo). La Promed Galileo - Società medico scientifica interdisciplinare, ha costituito un gruppo per lo studio dell’aborto medico, composto da esperti in diversi ambiti, che ha realizzato una revisione qualitativa della letteratura sull’argomento.

Argomento: Minacce alla vita

Ministero della Salute (27 marzo 2008)
194, le linee guida tornano nel cassetto. Meglio così

di Ilaria Nava

Le linee guida alla legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza proposte dal ministro della Salute Livia Turco non sono state approvate. La titolare della Salute aveva cercato un accordo con le Regioni giovedì scorso, quando in Conferenza Stato-Regioni aveva sottoposto il proprio testo ai presidenti. Quello della Lombardia era stato l’unico voto contrario, ma sufficiente a impedire l’intesa, che richiede l’unanimità. Un’opposizione più che motivata, sia sul piano formale che sostanziale. Nell’ambito della sua competenza regionale, infatti, la Lombardia ha già emanato con una deliberazione della giunta, le proprie linee guida, in vigore da gennaio. Ieri la partita decisiva.

Argomento: Minacce alla vita
In questi giorni, in concomitanza con la proposta di moratoria dell’aborto lanciata da Giuliano Ferrara su “Il Foglio”, si è riacceso sui mass media e nell’opinione pubblica italiana il dibattito sulla legge 194 spesso presentata non come una legge negativa di per se ma solo come una norma male applicata. Per fare chiarezza su questo argomento pubblichiamo di seguito il comunicato stampa dell’8 gennaio 2008 diffuso dall’Associazione Verità e Vita a firma del suo Presidente Mario Palmaro.

Argomento: Minacce alla vita
Anonymous Segnala "

La denuncia del medico che guida il Comitato francese di bioetica: incidenti che restano sconosciuti, informazioni taciute, scarsa trasparenza clinica...Un dossier impressionante

Una certezza: "Presentare questa pillola come una sorta di 'agevolazione' è profondamente sbagliato".
Nonostante la Ru486 sia un prodotto della ricerca francese, non c’è alcun compiacimento nella voce del professor Didier Sicard, già primario di Medicina Interna all’Ospedale Cochin di Parigi e da quasi un decennio alla testa del Comitato consultivo nazionale di Etica (l’omologo del Comitato italiano di bioetica).

Dietro ai drammi causati dalla Ru486, che Sicard ha conosciuto anche a livello personale – sua figlia Oriane Shevin è morta a 34 anni dopo aver assunto la pillola abortiva –, resta una terribile zona d’ombra taciuta da tanti specialisti: "I danni psicologici a medio e lungo termine di qualsiasi aborto restano del tutto sconosciuti".

"
Argomento: Minacce alla vita

Dna artificiale, ombre dietro le promesse

di Giovanni Neri *
* direttore dell’Istituto di Genetica medica
dell’Università Cattolica

(C) Avvenire - èVita, 18 ottobre 2007

Argomento: Minacce alla vita
Anonymous Segnala "

Documenti dall'Università Cattolica

Allarme dagli Usa: di Ru 486 si muore

Pubblichiamo una nota diffusa ieri dall’Istituto di bioetica dell’Università Cattolica di Roma e pubblicata in esclusiva da è vita (17 novembre 2005)

"
Argomento: Minacce alla vita
Anonymous Segnala "

Anche se motivata da sentimenti di una mal intesa compassione o di una mal compresa dignità da preservare, l’eutanasia invece che riscattare la persona dalla sofferenza ne realizza la soppressione. La compassione, quando è priva della volontà di affrontare la sofferenza e di accompagnare chi soffre, porta alla cancellazione della vita per annientare il dolore, stravolgendo così lo statuto etico della scienza medica.

"
Argomento: Minacce alla vita
Anonymous Segnala "

+ ELIO SGRECCIA

 

BREVI NOTE SUL CASO DELLA BAMBINA INGLESE CHARLOTTE WYATT

11-12 OTTOBRE 2004

 

(Pubblicato su "L'Osservatore Romano" di Lunedì-Martedì 11-12 ottobre 2004, p. 9)

"
Argomento: Minacce alla vita
Anonymous Segnala "

GIOVANNI PAOLO II
 
Discorso
AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE
"LIFE-SUSTAINING TREATMENTS AND VEGETATIVE STATE: SCIENTIFIC ADVANCES AND ETHICAL DILEMMAS"


20 marzo 2004

"
Argomento: Minacce alla vita
Anonymous Segnala "

ELIO SGRECCIA
Le "Disposizioni anticipate di trattamento"
26 LUGLIO 2005

Il significato e i precedenti storici

Le disposizioni anticipate di trattamento sono spesso denominate “testamenti di vita” e consistono in una dichiarazione scritta e firmata dalla persona in età legale e in condizioni di intendere e di volere, al fine di dare indicazioni al medico e al personale sanitario sui trattamenti che si intende ricevere o rifiutare in caso di malattia grave o terminale, in previsione di una eventuale perdita della capacità di intendere e di volere.

"
Argomento: Minacce alla vita

Ricerca di contenuti cattolici

Sondaggio

Le priorità nell'etica sociale